Enogastronomia

I dolci caratteristici del carnevale sardo

by Francesca Cardia on

In Sardegna sono tanti i dolci caratteristici della festività del carnevale, tra i più conosciuti citiamo le meraviglie o “chiacchere”, le zeppole dette anche “zippulas” o “cattas”, i fatti fritti detti anche “para frittus” e gli acciuleddi noti anche come “mendegadas”,trizzas” o “origliettas”.

Enogastronomia nella Sardegna settentrionale

by Katia Ruggeri on

Il nostro ipotetico itinerario di enogastronomia del nord Sardegna, con un articolato percorso da ovest verso est, parte dal suggestivo borgo di Bosa (Planargia). Questa località è nota soprattutto per l’eccellente Malvasia, un vino bianco D.O.C. di colore dorato o ambrato, particolarmente adatto per accompagnare i dolci. Molto apprezzate le specialità di mare: pesci, molluschi e crostacei.

L’ enogastronomia della Sardegna centro-meridionale

by Alessandro Alfonso on

Quando parliamo di enogastronomia della Sardegna centro meridionale, ci occupiamo di un territorio che va dalla zona mediale occidentale, il Sulcis, fino al Campidano e la Marmilla.

Nella vasta area che parte da Sorgono (Mandrolisai) e passa per la Trexenta, la Marmilla, il Campidano e il Sulcis-Iglesiente, c’è una tale varietà di piatti tipici che occorrerebbero parecchi giorni per riuscire a degustare tutte le specialità, di mare e di terra.